“Open!” Studi aperti

Gli architetti aprono i loro studi al pubblico

Nella splendida cornice del Monastero del SS. Rosario di Marino, si è conclusa terza edizione di “Open! Gli architetti aprono i loro studi al pubblico”. Lo”Studiodueti professionisti associati” di Stefano Trinca e Massimo Batocchi si tinge di verde. Allestimenti nell’ambito dell’architettura sostenibile dedicata, nello specifico, all’uso del verde nella progettazione. L’esigenza di sperimentare nuove strade per introdurre la natura all’interno delle mura domestiche ha aperto strade mai esplorate prima all’uso di nuovi materiali. Stiamo parlando dei licheni stabilizzati: giardini verticali indoor. Il limite è solo la fantasia. Per questa terza edizione di “Open!” gli architetti hanno letteralmente portato il verde all’interno del loro studio ridefinendo la definizione di spazio. Un mondo sempre più attento al rispetto dell’ambiente e nuove tecnologie, impensabili fino a qualche hanno fa, hanno permesso l’uso di questo materiale insolito e ancora poco conosciuto.

Il lichene stabilizzato

Non cresce e non ha problemi di manutenzione, non ha bisogno di luce e neanche di essere tagliato. Un rivoluzionario sistema di divisione degli spazi senza necessità di realizzare opere murarie. Stiamo parlando di un lichene naturale stabilizzato che può essere usato solo in ambienti chiusi dove è possibile fornire un’umidità del 40% – 50%, non deve essere esposto a fonte di luce diretta o a fonti di calore. Una volta installato non richiede manutenzione e si conserva intatto nel corso degli anni.

Lavorare in un ambiente verde si sta meglio e si produce di più

È ormai un dato di fatto che lavorare in un ambiente sano e circondati dal verde rende più vivibile e produttiva la vita lavorativa; si ha quasi la sensazione di essere a casa. Con l’uso di licheni le pareti sono anche fono assorbenti e poi, con l’odore che emanano, sembra quasi di fare una passeggiata nel bosco.

Lo “Studiodueti” quest’anno punta al green e all’ecosostenibilità, un binomio sempre più attuale e necessario. Un evento che ha visto la numerosa partecipazione di curiosi e addetti ai lavori, un occasione per gettare uno sguardo sull’affascinante mondo dell’architettura.

GRAZIE! La vostra partecipazione e gli apprezzamenti ricevuti ci hanno soddisfatto ben oltre le aspettative. Il messaggio che volevamo trasmettere é arrivato e ci riempie di orgoglio. Il tema del “VERDE” non é più solo rispetto dell’ambiente naturale ma convive nell’ habitat costruito, interno ed esterno. EMOZIONI e SENSAZIONI, quando queste espressioni si manifestano come energie positive, davanti ad uno spazio progettato dove convivono piante, arredi, luce e arte, l’architettura raggiunge il suo scopo, dare BENESSERE.

di Gianni Alfonsi
By | 2019-05-31T08:26:01+00:00 Luglio 22nd, 2016|Eventi, Latest Articles|
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: